L’AIKIDO

L’Aikido è un’arte marziale di origine giapponese. Vista da occhi inesperti può apparire a volte simile ad una danza; infatti quei movimenti così fluidi, spesso porterebbero quest’arte lontana dall’idea di arte da guerra che, nonostante tutto, nasconde in se.

La serenità, la calma, la delicatezzal’amore, il controllo, sono le caratteristiche principali di un arte marziale definita “La via per il raggiungimento dell’armonia mentale e fisica.

L’Aikido non studia come poter distruggere un uomo, ma studia come poterlo migliorare attraverso movimenti armoniosi; questo ci fa comprendere l’inefficacia dello studio dei colpi, anche perché uccidere un uomo con un colpo può essere facile, gestire invece il suo corpo e la sua rabbia non é assolutamente semplice.
È importante ribadire che in quest’arte marziale si parla di indifferenza ai colpi e non di assenza; infatti è impensabile poter iniziare una tecnica di difesa senza un attacco.
L’indifferenza ai colpi durante la pratica è fondamentale. Vi immaginate cosa potrebbe mai succedere se, durante un allenamento, tutti i colpi celati dietro le tecniche di immobilizzazione venissero scagliati realmente contro i nostri compagni di allenamento?
La risposta è semplice: Le numerose lesioni non consentirebbero un allenamento continuo e costante, il nostro corpo invece di progredire, incomincerebbe a regredire e non si avrebbe più la possibilità di studiare serenamente.

Quest’arte va praticata senza dispendio di energie eccessive, quindi è praticabile da persone di qualsiasi età e senza distinzione di sesso.

Nella pratica dell’AIKIDO si possono trovare infatti avvantaggiate le donne perché non hanno quella rigidità naturale che spesso risiede negli uomini.
In genere è l’uomo che cerca la soluzione di forza usando la prestanza fisica; quindi capita che naturalmente irrigidisca il corpo non facendolo lavorare come dovrebbe.
Al contrario la donna, meno predisposta allo scontro fisico, ritrova la propria forza non nei muscoli, bensì nella calma e nella serenità.
Per questo la donna è favorita nella pratica, perché deve evitare, almeno in parte, quel lungo e difficile lavoro di rilassare il proprio corpo.

L’Aikido è nato da una idea di difesa e per uccidere in battaglia; non ci dimentichiamo che quest’arte è la semplice evoluzione del combattimento armato dei samurai.

L’uso della forza ci condanna alla sconfitta, perché nel nostro cammino presto o tardi incontreremo sempre un uomo più forte di noi.
La reale forza di un uomo non si esterna attraverso la forza muscolare, o la brutalità, ma per mezzo dell’essenza e della razionalità.